L’inizio Parte II

La storia di Lando è molto particolare, signori miei, perchè, in realtà, non si è ancora capito se questo bambino rispecchi l’immagine di un gigante buono che resterà per tutta la vita dentro le 4 mura della sua testa, oppure se, un giorno, questo potrà esplodere e andare oltre la sua enorme fantasia…

Lando è essenzialmente un bambino vuoto, come una botte che aspetta solo il succo d’uva per poi trasformarlo in un buon vino.
Non solo non era bravo in nulla, ma non aveva nemmeno una passione. Non gli interessava stare con gli altri, aveva paura dello sport, mangiava solo quando aveva fame.
Gli unici amici che aveva erano, appunto, i piccoli soldatini con cui giocava per ore, e gli scarti del legno che suo padre portava da lavoro per accendere il camino.
Forse è proprio in quest’ultimi che risiede la prima passione del nostro Lando. Appena tornava da scuola, si trascinava a tavola, mangiando per forza quel che la povera Pappa gli proponeva ogni giorno. Poi succedeva la magia…
L’unico momento in cui Lando correva, era quando, in pochi secondi, scendeva dalla sedia scricchiolante per dirigersi, veloce come un fulmine, prima nel mucchio di legni di scarto che ancora non erano stati bruciati, per poi rifugiarsi dentro il capanno degli attrezzi.
Li accadeva la magia del piccolo grande Lando.
-Lucky-

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...