“Si, prof., ho studiato”

“Ok, allora partiamo con la Gerusalemme Liberata…vai a pagin…”
“E Clorinda si rivolse al suo popolo, il popolo degli Infedeli, così lo chiamavano, quale onta! E a gran voce, tale da non parer nemmeno una fanciulla quale era, scandì:
“Popolo di Gerusalemme, fiero,
tra cui io stessa combatto,
con armi bianche a distinguermi bene,
sguardo orgoglioso a vincere i nemici
e valore sopra ogni ostacolo e attacco,
solo una cosa vi dico:
Verrà il giorno, abbiate fede come me!
Verrà il giorno in cui i nostri sacrifici avranno giuste ricompense,
verrà il giorno in cui vinceremo sui vincitori di oggi,
verrà il giorno in cui rideremo di una nuova pace,
verrà il giorno…
verrà il giorno in cui capiremo di non aver fallito,
e di aver perseguito un giusto cammino,
l’impervia strada di chi decide di aprire i libri!
Levate un canto di guerra con me, non cedete:
sembra così vicino, “e venne il giorno”..!”

“…va tutto bene?”

Halifax

La fede incapace di ridere di sé stessa deve dubitare della propria autenticità.” – Nicolás Gómez Dávila

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...